Tamara Ferioli

Condividi, dai ! Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Pietre laviche, polpette e… Ossi di seppia

È un vulcano il responsabile della formazione artistica di Tamara Ferioli … e della sopravvivenza di un’isola.

Tamara rifiuta la tradizione a lei antecedente, della fusione tra l’io poetico e il mondo naturale, così che il paesaggio diventa nudo e desolato come un osso di seppia. Lei vive la natura in uno stato primitivo. Prima che il sentimento prendesse il sopravvento. I suoi, sono “silenzi naturali”. La natura non parla. Tamara non ci parla… La cucina di Tamara Ferioli è di un bianco limbo… privo di pena. Mi accoglie scalza, a piedi nudi. I suoi capelli color lava contrastano il chiarore della sua cucina.
UNA “NUOVA CUCINA”… Tamara Ferioli a tavola non è banale, la sua cucina è analitica, direi una cucina analitica trascendentale, tipica Kantiana…